Contattaci

Scrivici una Mail

02.56567992

327.1493890

Viaggi Oktoberfest:

Tavoli Oktoberfest:

Maglietta Esclusiva Oktoberfest

Ebook lite Guida Oktoberfest

Scopri tutti i festival

Cannstatter

A partire da 55€

Guarda partenze

Herbstfest

A partire da 40€

Guarda partenze

MONACO: la città vecchia 2

Nuovamente a Viktualienmarkt, prendiamo la strada Rindermarkt, antico mercato del bestiame, per sboccare al Munchner Stadtmuseum/Museo della Città, nella piazza St. Jakobs.

Viktualienmarkt, tra banchini e gastronomia!

Il museo accoglie, un’interessante mostra di armi antiche, e non a caso ha sede in quello che fu un arsenale, una collezione di strumenti musicali e le magnifiche dieci statue in legno di Ballerini mori, opera di Erasmus Grasser per l’Antico Comune del 1480. Il museo presenta anche una sezione che illustra l’evoluzione storica della città e la collezione del Teatro delle Marionette, senza dubbio una delle più importanti e e ricche del mondo.

Continuando nella Oberanger troveremo la porta di Sendlinger Tor, di inizi XIV secolo. Nella Sendlinger vi è la Asamkirche/Chiesa dei Fratelli Asam e, accanto la Asamhaus/Casa di Asam. La chiesa, massima opera del rococò tedesco della metà del XVIII secolo, venne finanziata e disegnata dall’architetto Egid Quirin Asam, mentre suo fratello, il pittore Kosmas Damian Asam, curò gli affreschi. L’interno, splendido esempio dell’incredibile immaginazione degli artisti, è pieno di stucchi, sculture e murali che ingiustamente vendono relegati in un secondo piano quando, alla fine della navata, ci appare il magnifico Altare Maggiore a due piani dedicato a San Giovanni Nepomuk. Un finestrone ovale a forma di sole lascia accedere la luce del sole. Il complesso è rifinito dal Trono della Misericordia, in cui Gesù crocifisso appare disteso tra le braccia di Dio. In origine, la Asamkirche era la chiesa privata di Egid Quirin Asam che viveva nella casa accanto, ma le autorità lo obbligarono ad aprirla al pubblico.
Per raggiungere il seguente punto di interesse di questo itinerario bisogna cercare la via Kreuz, dietro la Asamkirche, e proseguire per la Damenstifts, che racchiude varie gioie architettoniche. La prima è la Damenstiftskirche, chiesa dedicata a Sant’Anna decorata internamente dai fratelli Asam. Bello anche il Palais Lerchenfeld, edificio rococò eretto nei primi anni del XVIII secolo.

Asamkirche

La via Eisenmann porta sino alla Michaelskirche/Chiesa di San Michele, nella via Neuhauser. Questa chiesa gesuita, il miglior esempio rinascimentale a nord delle Alpi, venne costruita nel XVI secolo, ed inaugurata dopo molti problemi, come il crollo della torre avvenuto nel 1597. La facciata presenta tre piani rifiniti da un frontespizio triangolare. Le sue numerose nicchie accolgono statue di vari membri della famiglia Wittelsbach, celebre per il ruolo avuto durante l’epoca della Controriforma. La grande nicchia della parte inferiore presenta la statua di San Michele che lotta contro il Male. La chiesa ha una solanavata con all’interno un bel Altare Maggiore, con un’altra statua dell’Arcangelo Michele, la volta è ad arco, til lati vi sono le cappelle e la cripta reale con le sepolti di vari re e principi della famiglia Wittelsbach. Accanto alla chiesa ha sede la Alte Akademie/Antica Academia, un edificio del Rinascimento a suo tempo collegio gesuita e, di fronte, una bella fontana del 1962 in onore del compositore locale Richard Strauss. Il seguenIn monumento interessante della via Neuhauser, arteria commerciale sempre animata che, accanto alla via Fautinger, collega le piazze Karlsplatz e Marienplatz, è il un’altra statua dell’Arcangelo Michele, la volta è ad arco, til lati vi sono le cappelle e la cripta reale con le sepolti di vari re e principi della famiglia Wittelsbach.

Accanto alla chiesa ha sede la Alte Akademie/Antica Academia, un edificio del Rinascimento a suo tempo colnjlo gesuita e, di fronte, una bella fontana del 1962 in onore del compositore locale Richard Strauss. Il seguente monumento interessante della via Neuhauser, arteria commerciale sempre animata che, accanto alla via Fautinger, collega le piazze Karlsplatz e Marienplatz, è il Burgersaal. E’ una chiesa mariana costruita nel XVIII secolo dalla borghesia locale e ristrutturata nel 1946 a seguito dei ori danni riportati durante la Seconda Guerra Mondiale. I a presenza della Brunnenbuberl/Fontanadel Bambino ci indica che siamo arrivati a Karlsplatz. Vi si arriva dalla Karistor, la terza e ultima porta rimasta in piedi Iella cinta di mura, iniziata nel XIV secolo, benché le torri siano di fine XVIII. Sotto la Karlsplatz, chiamata anche Stachus, perché qui si trovava la popolare birreria Sankt. E’ una chiesa mariana costruita nel XVIII secolo dalla borghesia locale e ristrutturata nel 1946 a seguito dei ori danni riportati durante la Seconda Guerra Mondiale.

Karlsplatz

La presenza della Brunnenbiiberl (Fontana del Bambino) ci indica che siamo arrivati a Karlsplatz. Vi si arriva dalla Karistor, la terza e ultima porta rimasta in piedi Iella cinta di mura, iniziata nel XIV secolo, benché le torri siano di fine XVIII. Sotto la Karlsplatz, chiamata anche Stachus, perché qui si trovava la popolare birreria Sankt Eustachius, vi è una galleria commerciale, vera e propria antesala di quello che aspetta il turista quando entrerà nella via Neuhauser e suoi dintorni in direzione della Marienplatz. Giunti a questo punto, bisogna ricordare che la Karlsplatz è uno degli accessi di quella che è stata la prima area pedonale creata in Germania.
Di fronte alla piazza vi è il Justizpalast/Palazzo di Giustizia, opera monumentale del XIX secolo di uno stile ispirato al rinascimento italiano. Dell’edificio spicca l’enorme cupola in ferro e cristallo che corona il cortile centrale. E dietro il Palazzo di Giustizia vi è l’Alte Botanischer Garten/Antico Giardino Botanico, oggi diventato parco. Sulla porta d’accesso si può leggere la dedica che Goethe scrisse per il re Massimiliano I.

Nella vicina piazza di Lenbachplatz spicca l’edificio della Kunstlerhaus/Casa degli Artisti, costruita alla fine del XIX secolo, come sede sociale degli artisti della città, e il complesso scultoreo neoclassico della fontana di Wittelsbacher Brunnen, per molti la più bella di tutta Monaco. Questa fontana del XIX secolo è un tributo che l’autore fa alla forza e al potere delle acque.
Vicino, pur se fuori dal centro storico, a Oskar-von-Miller-Ring numero 20, troviamo il Siemens Forum. Oltre a conoscere le varie tappe che hanno portato questa azienda all’élite dell’avanguardia tecnologica, le sue sale consentono di seguire un interessante ed ameno itinerario attraverso la storia dell’ingegneria degli ultimi cento cinquant’anni.
Nella via Kardinal Faulhaber da ammirare l’unico palazzo della città rimasto intatto dalla sua costruzione avvenuta tra il 1733 al 1737. E’ il Erzbischöfliches Palais/Palazzo Arcivescovile, residenza dell’arcivescovo di Monaco e Freising dal 1818.

Parti per l'Oktoberfest!

Tantissime Soluzioni di Viaggio per l'Oktoberfest dalla tua città da soli 60€!

Già 60000 persone hanno viaggiato con NOI! Cosa aspetti? Fallo anche TU!

Trova il Viaggio
Non aprire più

You have Successfully Subscribed!